iPhone 6 Plus va in pensione: Apple lo inserisce nella lista degli smartphone vintage

iPhone 6 Plus va in pensione: Apple lo inserisce nella lista degli smartphone vintage
di

Molti fan di Apple ricorderanno il "leggendario" iPhone 6, uno degli smartphone di Cupertino più amati dal pubblico per via delle sue caratteristiche tecniche all'avanguardia al momento della sua uscita, nel 2014, ma anche per via della sua resistenza sovrumana, testimoniata dal fatto che un iPhone 6s ha resistito a una caduta da un aereo.

Oggi, però, a farci sentire tutti più vecchi è Apple, che ha deciso di inserire iPhone 6 Plus nella sua lista di device "vintage" (leggasi obsoleti). Lo smartphone è stato lanciato da Cupertino nel mese di settembre 2014, insieme alla versione "standard" di iPhone 6, ed è rimasto in commercio fino al 2016, quando Apple ne ha fermato la produzione.

iPhone 6 è poi tornato in vendita nel 2017 come soluzione mid-range, ed è rimasto disponibile fino a settembre 2018: per questo, iPhone 6 non è ancora considerato come un prodotto "vintage", a differenza della controparte Plus, che non è più tornata in vendita dopo il 2016.

iPhone 6 e 6 Plus sono stati i primi ad offrire Apple Pay, ma sono anche stati i primi smartphone Apple ad essere venduti in più varianti che differivano per le dimensioni dello schermo: l'eredità di questa scelta è visibile ancora oggi, poiché dopo il successo iPhone 6 Apple ha continuato a vendere i propri device in almeno due varianti diverse, che nel tempo hanno preso i nomi di "Pro", "Max" e "Mini".

Ad ogni modo, l'inserimento dello smartphone del 2014 nella lista dei device vintage arriva puntuale come un orologio svizzero: in tale lista, infatti, rientrano i prodotti messi in vendita tra cinque e sette anni fa. Per questi device, infatti, Apple è tenuta a fornire servizi di riparazione e componenti solo limitatamente alla disponibilità di pezzi di ricambio, mentre per i device più vecchi di sette anni l'azienda di Cupertino può decidere di interrompere ogni forma di supporto.

Dal punto di vista software, comunque, Apple non supporta iPhone 6 e 6 Plus dal 2019, quando ha lanciato iOS 13, che non è compatibile con lo smartphone uscito nel 2014. Sempre nel 2019, tuttavia, Apple ha lanciato un programma di riparazione gratuito per iPhone 6S, che a causa di un malfunzionamento hardware smetteva improvvisamente di funzionare.

FONTE: Macrumors
Quanto è interessante?
1