Apple sfida OpenAI: annunciato un sistema IA che può battere GPT-4

Apple sfida OpenAI: annunciato un sistema IA che può battere GPT-4
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Dopo aver trattato il possibile arrivo di un App Store per l'IA su iOS 18, torniamo a soffermarci sul focus in ambito di intelligenza artificiale posto in casa Apple. Quest'ultima ha infatti annunciato un nuovo sistema IA in grado di superare GPT-4.

Stando a quanto riportato da portali come VentureBeat e MacRumors, nonché come si apprende dal relativo documento pubblicato su arXiv, un team di ricercatori di Apple ha sviluppato ReALM (Reference Resolution as Language Modeling), una soluzione di intelligenza artificiale pensata per migliorare la comprensione delle richieste e le risposte da parte degli assistenti vocali (chi ha detto Siri?).

ReALM si sofferma su punti chiave come una migliore comprensione del linguaggio naturale e del contesto di fondo. Dall'utilizzo dei pronomi ai riferimenti indiretti in generale, arrivando alla possibilità di fare riferimento direttamente a elementi visivi presenti a schermo: grazie a questa soluzione, gli utenti possono beneficiare di interazioni più naturali e intuitive, senza doversi ripetere nelle conversazioni.

Secondo i ricercatori di Apple questo approccio, in grado anche di "scansionare" quanto visualizzato a schermo e comprendere il contesto in cui si inseriscono i vari elementi, può superare in modo significativo quanto proposto da soluzioni come GPT-4 (il modello linguistico di grandi dimensioni di OpenAI).

Per il momento si fa riferimento "solamente" alla pubblicazione di documenti di ricerca, ma la prossima WWDC di Apple, che andrà in scena dal 10 giugno 2024, potrebbe risultare il luogo ideale per l'annuncio di effettive funzionalità di intelligenza artificiale avanzate legate ad iOS 18. Staremo a vedere: quel che è certo è che l'azienda non sembra avere intenzione di rimanere in disparte in campo IA.

FONTE: Arxiv

Questo testo include collegamenti di affiliazione: se effettui un acquisto o un ordine attraverso questi collegamenti, il nostro sito potrebbe ricevere una commissione in linea con la nostra pagina etica. Le tariffe potrebbero variare dopo la pubblicazione dell'articolo.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
Unisciti all'orda: la chat telegramper parlare di videogiochi