Apple si unisce al consorzio che lavora al nuovo codec video AV1

di
Apple entra a far parte dell’Alliance for Open Media, una associazione che sta lavorando su un nuovo codec video standard ad alta efficienza denominato AV1.

Apple ha recentemente deciso di aderire alla Open Media Alliance, un consorzio di aziende tecnologiche nel quale figurano nomi quali Amazon, Google, Facebook e Microsoft. Tutte queste compagnie stanno lavorando su una nuova tecnologia di compressione dei video per lo streaming e il download di video online. Questo ha lo scopo di utilizzare meno dati del normale.

Il consorzio è nato ufficialmente nel 2015 attorno ad una nuova idea per la codifica video che alla fine ha permesso la nascita dell’AV1. Questa tecnologia di compressione video di nuova generazione può essere usata per inviare file multimediali a tutti i dispositivi. L’arrivo di Apple potrebbe dare una considerevole svolta al progetto AV1 rendendolo il sistema di compressione che unificherà il settore nel futuro. L’unificazione di un metodo di compressione è molto importante per fare in modo che ogni computer e ogni browser sia in grado di riprodurre contenuti multimediali nella maniera più performante possibile, portando benefici sia alle aziende, sia all’utente finale.

Il codec AV1 si propone quindi di offrire una compressione video efficiente e unica per tutto il settore video. Si tratta di un obiettivo importante, se consideriamo il fatto che oggi le varie aziende utilizzano formati spesso non compatibili tra loro. Un codec unificato per tutto il settore video sarebbe senza dubbio vantaggioso sia per gli utenti che per le società tecnologiche.

Quanto è interessante?
8