Apple potrebbe spedire soltanto 15 milioni di iPhone 12 nel 2020

Apple potrebbe spedire soltanto 15 milioni di iPhone 12 nel 2020
di

Il coronavirus ha causato non pochi intoppi a tutte le grandi aziende, compresi i colossi dell’elettronica come Apple. I tentativi di limitare i danni causati dall’emergenza sanitaria stanno fallendo e la data del lancio di iPhone 12 viene sempre più posticipata. Ma questi non sono gli unici numeri che turbano gli interessati.

La Mela infatti, secondo uno studio del DigiTimes, avrebbe diminuito la produzione di unità da 30-40 milioni a 15-20 milioni per il 2020. Questo perché i fornitori asiatici delle componenti necessarie per produrre gli iPhone 12 non sarebbero proprio ottimisti.

Come riportato dal sito inglese, “La produzione e spedizione dei nuovi iPhone con supporto al 5G ha intensificato la competizione tra i fornitori di Apple. Il lancio [di iPhone 12] è atteso per il tardo 2020 ma questi partner ora sono molto meno ottimisti di prima.”

Apple quindi, non vedendo un feedback abbastanza positivo da Taiwan e Cina, avrebbe cercato prima di decrementare la quantità di unità da produrre e poi coinvolgere maggiormente le compagnie cinesi nell’assemblare iPad, AirPods, Apple Watch e anche iPhone. Così facendo, sempre secondo il DigiTimes, Apple spererebbe di tagliare i costi e aumentare l’influenza sul mercato cinese.

Questo report però è da prendere con le pinze. Lo studio sarebbe stato effettuato contattando fonti interne alle aziende interessate dall’indagine, ma senza ulteriori dati o conferme ufficiali.

La scelta di diminuire le unità da lanciare sul mercato però avrebbe senso anche alla luce dell’impatto economico del lockdown causato dal coronavirus. Come s’è visto anche in Italia, questa nuova crisi ha portato a un calo nelle vendite di dispositivi elettronici e molti altri beni. Quindi, anche le aziende più grandi come Samsung temono possibili ricadute.

FONTE: Gizmochina
Quanto è interessante?
2