Apple, Tim Cook spiega la rimozione delle app usate dai manifestanti di Hong Kong

Apple, Tim Cook spiega la rimozione delle app usate dai manifestanti di Hong Kong
di

Nel corso delle ultime ore ha fatto discutere la decisione di Apple di rimuovere alcune app utilizzate dai manifestanti di Hong Kong. Alcuni hanno accusato la società di Cupertino di essersi piegata al volere della Cina, ma a fare chiarezza sulla vicenda ci ha pensato il CEO Tim Cook, che ha difeso la scelta della sua compagnia.

In una lettera interna, Cook ha affermato che "questa scelta proteggerà meglio i nostri utenti". Secondo Reuters, il numero uno della Mela Morsicata avrebbe anche rivelato che la società ha preso la decisione sulla base di "alcune informazioni credibili" arrivate dalla polizia di Hong Kong.

Gli elementi in possesso di Apple avrebbero affermato che l'applicazione HKmap.live sarebbe stata utilizzata "maliziosamente per colpire singoli ufficiali di polizia", oltre che per vittimizzare individui e proprietà non legati in alcun modo alle forze armate. Questo tipo di comportamento, secondo Apple, violerebbe le linee guida dello Store, che condanna danni a cose e persone.

I critici però continuano ad affermare che l'applicazione non mostrerebbe la posizione dei singoli ufficiali, motivo per cui non può essere utilizzata per colpire le forze dell'ordine come affermato da Cook. HKmap.live, infatti, si basava sulle segnalazioni di un gruppo Telegram per permettere ai manifestanti di individuare la posizione della polizia.

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
4