Apple Watch ed iPhone per rilevare la demenza: è questo l'obiettivo di Apple

Apple Watch ed iPhone per rilevare la demenza: è questo l'obiettivo di Apple
di

Apple ha collaborato con la società farmaceutica Eli Lilly e la startup Health Evidation per determinare se i dati raccolti da iPhone ed Apple Watch possono essere utilizzati per rilevare i primi segni di demenza. Lo riferisce un documento pubblicato questa settimana e condiviso da CNBC, in cui vengono evidenziate le ricerche effettuate.

L'articolo, intitolato "sviluppare misure di danno cognitivo nel mondo reale da flussi di sensori multimodali di qualità consumer", analizza se i dati sei sensori e le informazioni sull'attività dei dispositivi come smartwatch e smartphone possono essere estratte per rilevare eventuali modifiche alle capacità cognitive.

"L'ubiquità ed il notevole progresso tecnologico dei dispositivi indossabili e delle piattaforme di mobile computing (smartphone, smartwatch, tablet), insieme alla moltitudine di modalità di sensori disponibili, hanno permesso il monitoraggio continuo dei pazienti e delle loro attività quotidiane. Tali informazioni longitudinali possono essere estratte per rilevare modifiche comportamentali ed i primi segni di demenza in modo tempestivo ed economico" si legge in uno stralcio dell'articolo.

"In questo lavoro, presentiamo una piattaforma per il monitoraggio remoto e discreto dei sintomi correlati al deterioramento cognitivo utilizzando diversi dispositivi intelligenti di livello consumer. Dimostriamo come la piattaforma sia stata utilizzata per raccogliere un totale di 16 TB di dati durante il Lilly Exploratory Digital Assessment Study, uno studio di fattibilità di 12 settimane che ha monitorato 31 persone con deficit cognitivo e 82 senza deficit cognitivo in condizioni di vita libera" affermano i ricercatori, i quali sottolineano che durante lo studio sono stati in grado di dividere le persone in gruppi ed identificare quelle con i primi segni di compromissione cognitiva da quelli sani.

Le persone che avevano deficit cognitivi infatti scrivevano più lentamente e meno regolarmente sugli smartphone, e facevano più affidamento alle app di supporto, inviando meno messaggi di testo. Lo studio non ha raggiunto conclusioni a lungo termine, in quanto saranno necessarie ulteriori analisi, ma si tratta senza dubbio di un passo in avanti significativo.

In una dichiarazione alla CNBC, una delle ricercatrici ha evidenziato che per lo studio sono stati utilizzati i dati raccolti dal monitor del sonno di iPhone, Apple Watch e Beddit.

La diagnosi precoce della demenza è importante in quanto garantisce una migliore gestione dei sintomi e porta a miglioramenti significativi in termini di qualità della vita, anche se la progressione della malattia non può essere fermata.

Apple Watch quindi potrebbe rivelarsi uno strumento ancora più potente, dopo le recenti funzioni che gli hanno permesso di salvare molte vite.

FONTE: MacRumors
Quanto è interessante?
3