Apple Watch: la batteria durerà come quella di qualunque altro smartwatch sul mercato

di

Sin dal giorno in cui Tim Cook, CEO di Apple, ha svelato al mondo l’ultima “One more thing” ideata dagli ingegneri di Cupertino, l’Apple Watch, i fan della Mela non hanno fatto altro che informarsi sulla durata della batteria. Purtroppo per loro, anche rovistando per diverse ore online tra le infinite notizie dedicate all’orologio Apple, nessuno può soddisfare con certezza la loro sete di sapere, almeno al momento. Le uniche parole pronunciate da Tim Cook a riguardo non sono per niente musica per le orecchie:“Il dispositivo va ricaricato ogni notte”. Ciò significa che l’Apple Watch ha un’autonomia massima di 24 ore o anche di meno? E l’indiscrezione trapelata pochi giorni fa da “fonti che conoscono chi lavora al progetto”? “L’Apple Watch potrebbe durare solo 4 ore, colpa del display e del processore simile a quello dell’iPod Touch di ultima generazione, l’Apple A5”. Facciamo un pò di chiarezza su queste parole e sui rumor costruiti sulle frasi dette a metà.

Apple punta a far durare il suo Watch almeno un’intera giornata. Ovviamente non si sta parlando di 24 ore di uso attivo. La compagnia californiana non può assicurare un funzionamento superiore alle 2.5-4 ore se ci trastulliamo continuamente con applicazioni, giochi o messaggistica online (il tutto con il display sempre acceso, naturalmente). Tuttavia poichè si spera che l’utente non stia fisso con gli occhi sul suo “gioiello” da polso per tutto il giorno e visto che gran parte del lavoro sporco viene fatto dall’iPhone cui l’Apple Watch è collegato via bluetooth, a Cupertino sperano che l’orologio possa resistere fino a tarda sera. In pratica 19 ore buone dovrebbero essere assicurate. Come qualunque altro smartwatch sul mercato. Prendiamo un LG G Watch o un Moto 360 ad esempio. Utilizziamoli spesso e non arriveranno a sera. Purtroppo questo è un limite della tecnologia legata alle batterie, che non produce miglioramenti alla stessa velocità di quella legata a processori, display o sensori. Apple Watch sarà disponibile a partire dal mese di aprile, come confermato da Tim Cook nella giornata di ieri. E’ il primo modello di una nuova categoria di prodotto per Apple. Si spera che le versioni successive possano garantire più autonomia, e lo faranno, ma ciò che conta nel breve futuro è che l’Apple Watch, così come iPhone, iPad e iPod, possa stimolare i produttori a dare una svolta a questo settore, nato con grandi premesse ma ancora deludente sotto molti punti di vista.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
0