Apple Watch salva la vita ad una donna che aveva l'88% di possibilità di morire

Apple Watch salva la vita ad una donna che aveva l'88% di possibilità di morire
di

Dopo la vicenda di Apple Watch che ha salvato la vita ad una donna a seguito di una caduta, di cui abbiamo ampiamente parlato su queste pagine, lo smartwatch della compagnia di Cupertino continua a far parlare di se con un altro racconto che mostra le potenzialità del sistema di tracciamento del battito.

ABC13 del Michigan ha riportato la storia di Diane Feenstra, una donna di Norton Shores, il cui Apple Watch le ha consentito di sopravvivere ad un infarto che aveva l'88% di possibilità di ucciderla secondo i dati dell'AHA.

La tipologia di attacco cardiaco è soprannominato "infarto della vedova" o "creatore di vedova" in quanto collegato ad una coronaria principale che fornisce il sangue a varie aree del cuore. Lo scorso 22 Aprile, l'Apple Watch di Diane aveva iniziato a segnalare una frequenza cardiaca media di 169 battiti al minuto, sebbene non avesse effettuato grosse attività a livello fisico a parte salire 12 gradini. La donna, allertata dallo smartwatch, ha immediatamente chiamato il marito a lavoro che dal suo canto l'ha invitata a contattare il medico. Una volta arrivata in ospedale, l'elettrocardiogramma ha rivelato che aveva avuto di recente un attacco al cuore senza accorgersene. "A differenza degli uomini che sentono un forte dolore al petto molte volte, i sintomi nelle donne sono molto diversi. Ho avuto dolore alla mano sinistra, un piccolo gonfiore al piede ed un'indigestione che avevo collegato al reflusso acido con cui convivo da tempo" ha spiegato Diane, che ha aveva legato il dolore alla spalla all'aspirapolvere. Mai avrebbe che il suo corpo stava combattendo con una patologia medica che nell'88% causa la morte delle persone.

I medici le hanno applicato uno stent ed oggi fortunatamente è viva e vegeta e si appresta a festeggiare il 48esimo anno di matrimonio con suo marito.

FONTE: PA
Quanto è interessante?
6