Approvato l'emendamento Lai: le bollette tornano mensili

di
La Commissioni Bilancio di Camera e Sanato hanno dato il via libera all’emendamento presentato dal deputato del Partito Democratico, Silvio Lai, che reintroduce la bolletta a fatturazione mensile per i canoni del telefono e la pay tv.

Una vera e propria rivoluzione, che costringerà gli operatori telefonici e le pay tv a fare un passo indietro rispetto a quanto adottato tempo fa. L’emendamento prevede come “standard minimo” di fatturazione un periodo mensile o multiplo (bimestrale, trimestrale, semestrale).

Se dovessero esserci delle variazioni illegittime, “si applica un indennizzo forfetario pari a 50 Euro” maggiorato di 1 Euro al giorno oltre alla scadenza indicata dall’AGCOM per terminare quella che è definita una pratica commerciale scorretta.

E’ anche previsto un raddoppio delle sanzioni, che possono partono da 240 mila Euro per toccare quota 5 milioni di Euro.

Una notizia che sicuramente farà piacere agli utenti. Nel frattempo però Vodafone già da qualche settimana si era adeguata alle richieste dei propri clienti, anticipando il governo.