Approvato farmaco che riduce fino al 20% del peso: ecco come funziona e chi può usarlo

Approvato farmaco che riduce fino al 20% del peso: ecco come funziona e chi può usarlo
di

Si chiama Wegovy ed è stato approvato dalla FDA (Food and Drug Administration). Il nuovo farmaco contro l'obesità si basa sulla molecola conosciuta come semaglutide, questa ha infatti dimostrato di poter aiutare le persone affette da obesità nella perdita del peso.

Vi avevamo già parlato del nuovo possibile farmaco per combattere l'obesità, adesso è stato finalmente approvato dalla FDA. Il Wegovy sarà utilizzato come iniezione settimanale solo negli adulti obesi o in sovrappeso che hanno una condizione di salute precaria, quindi possibilmente affetti da ipertensione, diabete di tipo 2 o colesterolo alto.

"L'approvazione di oggi offre agli adulti obesi o sovrappeso una nuova opzione terapeutica vantaggiosa (ovviamente) da incorporare in un programma di gestione del peso" ha scritto in una nota il dottor Jonh Sharretts, vicedirettore della Divisione di diabete, disturbi lipidici e obesità della FDA. "La FDA rimane impegnata a facilitare lo sviluppo e l'approvazione di ulteriori terapie sicure ed efficaci per gli adulti in sovrappeso o obesi."

Lo studio sulle proprietà dimagranti della semaglutide è pubblicato sul New England Journal of Medicine a febbraio. In effetti la semaglutide è già ampiamente utilizzata, sebbene in dosaggi minori rispetto a quelli approvati dalla FDA - ovvero una siringa da 2,4 milligrammi - per la cura del diabete di tipo 2.

La molecola, infatti, imita l'azione di un ormone naturalmente prodotto dal nostro corpo a fine pasto che ci rende sazi.

Sono stati condotti quattro studi clinici che hanno portato all'approvazione del farmaco come cura all'obesità e a questi hanno partecipato ben 1961 persone. In uno di questi quattro è stato dimostrato che oltre l'85% dei partecipanti aveva perso almeno il 5% del proprio peso corporeo grazie alla semaglutide. La metà di questi era riuscito a perdere ben il 15% di peso e oltre un terzo il 20%.

Sebbene l'entusiasmo generale da parte della comunità scientifica, molti esperti hanno voluto ricordare che non essendo il farmaco una "magia", bisognerà vedere in che modo mantenere questi risultati. Lo studio, infatti, non si è occupato di esaminare le tendenze del peso dopo che i partecipanti smettevano di assumere il farmaco.

"Anche se farmaci come questo possono rivelarsi utili nel breve termine, per ottenere una rapida perdita di peso in caso di obesità grave, non sono una bacchetta magica per prevenire o trattare gradi meno gravi di obesità" ha commentato il professor Tom Sanders del King's College di Londra, professore emerito di nutrizione e dietetica.

Uno stile di vita sano, seguendo possibilmente la sanissima dieta mediterranea e facendo attività fisica, è questo il modo più sicuro per prevenire l'obesità, che influisce moltissimo sulla salute psicologica delle persone soprattutto durante l'adolescenza, o semplicemente per perdere peso.

FONTE: iflscience
Quanto è interessante?
2