ARM amplia i suoi orizzonti con il Cortex-R8, nuovo processore real-time

INFORMAZIONI SCHEDA
di

La tecnologia dell'azienda inglese permea tantissimi dispositivi: i processori Cortex-A e Cortex-M, per esempio, sono conosciuti sia dai consumatori che dai professionisti per essere impiegati nei dispositivi mobile, come smartphone o wearable. ARM ha oggi posto l'accento però sul Cortex-R8, nuovo processore real-time.

Progettato per applicazioni in cui la risposta deve essere molto veloce, questa CPU è etichettata dall'azienda britannica come il più potente processore real-time. Esso fornisce due volte le prestazioni del suo predecessore, il Cortex-R7 rilasciato nel 2011. Le novità sono tante, a partire dall'abilità del nuovo nato di scalare da uno a quattro core, che sono a frequenza di 1,5GHz. Il processo produttivo è a 28 nanometri ma tale CPU continua ad essere a 32 bit, con architettura ARMv7-R. La pipeline rimane ad 11 stadi, così come la memory-protection unit. ARM ha a cuore l'efficienza energetica, non è sorprendente sapere che i quattro core sono capaci di scalare le frequenze in base al carico sul sistema.

Quanto è interessante?
0
ARM amplia i suoi orizzonti con il Cortex-R8, nuovo processore real-time