di

Le novità in ambito tecnologico non si fermano mai, compreso nel campo militare. Dopo aver trattato l'incredibile sistema per la visione notturna dei militari USA, questa volta ci spostiamo in Cina. Infatti, è stato svelato un drone militare particolare, chiamato Robo-Shark.

In particolare, stando anche a quanto riportato da The Sun e The Times, nonché come potete vedere nel video caricato dal canale YouTube Military Defense News, quest'ultimo fa uso di una pinna caudale bionica al posto della classica elica. Questo consente a Robo-Shark di poter raggiungere una velocità di fino a sei nodi. L'annuncio originale è arrivato mediante il Global Times, noto tabloid quotidiano cinese.

Stando alle fonti, Robo-Shark è già stato "messo in mostra" durante una fiera dedicata alla tecnologia militare svoltasi in quel di Pechino (capitale della Cina). Il motivo per cui i cinesi hanno deciso di realizzare questo "squalo robot"? La Cina pensa di utilizzarlo per operazioni come ricognizioni subacquee ravvicinate, soccorso, sorveglianza della zona di battaglia e missioni di localizzazione subacquea, giusto per citare alcune possibilità.

Robo-Shark è stato prodotto dall'azienda Boya Gongdao Robot Technology, che ha deciso di realizzarne due modelli. Uno di questi ultimi, nome in codice 2200A, è lungo 2,2 metri, ovvero essenzialmente le dimensioni di uno squalo reale. Il modello 1850A, invece, si "ferma" a 1,5 metri.

Il progetto è in ogni caso ancora in corso, anche se un primo "prototipo" è già stato presentato al China Military Intelligent Technology Expo.

Quanto è interessante?
4
Arriva Robo-Shark, il drone militare cinese per le ricognizioni subacquee