Asetek chiede lo stop alle vendite delle schede AMD R9 Fury X

di

A settembre Asetek vinse una causa contro Cooler Master sull’infrangimento di alcuni propri brevetti. Il processo ha portato nelle casse di Asetek il 14,5% degli incassi rinvenuti dai prodotti Cooler Master che facevano utilizzo della tecnologia riportata nei brevetti in esame. L’azienda adesso punta il dito contro AMD.

Questo è accaduto perché l’azienda di Sunnyvale ha piazzata sulla sua ammiraglia, la Radeon R9 Fury X, un dissipatore a liquido All-In-One prodotto da Cooler Master. Essendo stata una soluzione colpita dalle accuse di Asetek, potrebbe rischiare allo stesso modo delle altre soluzione di Cooler Master.
E la cosa non finisce qui, perché la stessa tipologia di dissipatore è presente sulla Gigabyte GeForce GTX 980 WaterForce, e questa scheda rischia anch’essa la rimozione dalla vendita. Nello specifiche, Gigabyte ha utilizzato un AIO Cooler Master Seidon 120M LCS.

Asetek ha così affermato a GamersNexus:
“Gli avvocati di Asetek hanno inviato delle lettere a Gigabyte in cui si chiede la cessazione delle vendite del modello Gigabyte GeForce GTX 980 WaterForce (venduta con il numeroGV-N980WAOC-4GD), perché fa utilizzo del Seidon 120M che, secondo i giudici, infrange alcuni brevetti di Asetek.
Gli avvocati di Asetek hanno anche mandato delle lettere ad AMD in cui si chiede la cessazione delle vendite della Radeon R9 Fury X, perché infrange gli stessi brevetti di Asetek. I nostri avvocati hanno avuto qualche difficoltà a reperire un modello di Gigabyte GV-N98TXTREME W-6GD, ma ci aspettiamo di riceverlo presto per analizzarlo e indagare per altre infrazioni il più presto possibile.”

I brevetti in questione sono il numero 8245764 e il numero 8240362 su un sistema a liquido con pompa. Non sappiamo come reagiranno AMD e Gigabyte.

Quanto è interessante?
0