Aspettativa di vita degli Stati Uniti crolla: il principale responsabile è la pandemia

Aspettativa di vita degli Stati Uniti crolla: il principale responsabile è la pandemia
di

L'aspettativa di vita degli Stati Uniti nel 2020 è crollata di un anno e mezzo. Potrebbe non sembrare, ma si tratta di un calo vertiginoso che non avveniva dalla seconda guerra mondiale. L'aspettativa media di vita, infatti, è passata da 79 a 77 anni, secondo quanto afferma un recente rapporto.

Non solo: per neri e ispanici questo calo è perfino il doppio, di ben tre anni. Questi drammatici cali nell'aspettativa di vita sono "altamente insoliti" nella storia moderna degli Stati Uniti, ha dichiarato a Insider Elizabeth Arias, l'autrice principale del rapporto. Ovviamente la pandemia è protagonista di questo abbassamento vertiginoso.

I decessi per COVID-19, infatti, sono stati responsabili di circa il 74% del calo dell'aspettativa di vita nel 2020, secondo il CDC. Serviranno diversi anni per far "migliorare" questa statistica. "Potrebbe aumentare un po' se rimaniamo al di sotto del numero di decessi che abbiamo visto nel 2020. Potrebbe diminuire ulteriormente se, ad esempio, a causa della variante Delta avessimo significativamente più morti prima della fine dell'anno", ha dichiarato Arias.

Le restanti morti invece? Potrebbero essere collegate direttamente e indirettamente agli effetti della pandemia. Nel 2020, ad esempio, i decessi per overdose di droga sono aumentati di quasi il 30% rispetto all'anno precedente, da circa 71.000 a 93.000. "Anche se fossimo in grado di sradicare completamente le morti da COVID, avremo gli effetti indiretti della pandemia che si presenteranno in aumenti di altre cause di morte".

Questi decessi potrebbe essere collegati alle difficoltà sociali o economiche dovute alla situazione.

Quanto è interessante?
2