Per la prima volta in assoluto sono stati creati dei diamanti in laboratorio senza calore

Per la prima volta in assoluto sono stati creati dei diamanti in laboratorio senza calore
INFORMAZIONI SCHEDA
di

I diamanti in natura si creano grazie a pressioni altissime e temperature superiori ai 1.000 ℃. In laboratorio si fa lo stesso, fin dal 1954, utilizzando un processo che imita le condizioni naturali all'interno della crosta terrestre e aggiungendo catalizzatori per accelerare il processo di crescita. Un team, però, ha utilizzato un nuovo metodo.

In un diamante normale, gli atomi sono disposti in una struttura cristallina cubica, ma è anche possibile disporre questi atomi di carbonio in modo che abbiano una struttura cristallina esagonale. Questa forma così particolare è chiamata "lonsdaleite", il 58% più duro del diamante ed è già considerato il materiale naturale più duro sulla Terra.

Scoperto per la prima volta in natura, nel cratere meteoritico Canyon Diablo in Arizona, e da allora piccole quantità di sostanza sono state sintetizzate in laboratorio riscaldando e comprimendo la grafite, utilizzando una pressa ad alta pressione o esplosivi. Per la prima volta, un team di ricercatori è riuscito a creare sia la lonsdaleite che un diamante normale senza utilizzare il calore, semplicemente applicando alte pressioni.

I ricercatori, in un nuovo studio pubblicato sulla rivista Small, hanno sottoposto un piccolo frammento di carbonio simile alla grafite a uno "sforzo di taglio" - uno stato di tensione in cui la forma di un materiale tende a cambiare - e a pressioni altissime. Non è stato applicato alcun riscaldamento durante la compressione: il risultato? Il campione risultante (osservato con un microscopio elettronico) conteneva sia diamanti normali che lonsdaleite.

Si sta parlando di una disposizione mai vista prima: un "fiume" di diamanti 200 volte più piccoli di un capello umano circondato da un "mare" di lonsdaleite. Il prossimo step per i ricercatori? Abbassare ancora di più la pressione richiesta per formare i diamanti. Quella attuale, infatti, ha richiesto 80 gigapascal, l'equivalente di 640 elefanti africani sulla punta di una scarpa.

Quanto è interessante?
4
Per la prima volta in assoluto sono stati creati dei diamanti in laboratorio senza calore