L'assurda storia delle origini delle scimmie di mare

L'assurda storia delle origini delle scimmie di mare
di

Coloro che hanno vissuto a cavallo degli anni '80 e '90 avranno sicuramente fatto conoscenza delle "scimmie di mare", delle piccole creaturine contenute in una bustina che, se messe in acqua, avrebbero iniziato a crescere e svolazzare all'interno del liquido. Oggi vi racconteremo la loro storia.

Tutto risale al 1957, quando un uomo di nome Harold von Braunhut entrò in un negozio di animali e vide l'Artemia salina, piccolissimi crostacei utilizzati come cibo per pesci. Qui von Braunhut scoprì che queste creature avevano delle caratteristiche davvero uniche: potevano, infatti, entrare in uno stato di animazione sospesa nota come criptobiosi, in cui gli organismi viventi interrompono i loro processi metabolici in assenza di acqua (la stessa tecnica utilizzata dai tardigradi per intenderci).

L'A. salina può sopravvivere per anni in questa condizione e, quando trova dell'acqua, si sveglia, rivelando una creatura piccolissima e con un solo occhio (una volta raggiunta la maturità, però, ottengono altri due occhi). Mentre tutti gli altri andrebbero avanti con le loro vite, Harold von Braunhut ebbe un'idea: vendere questi piccolissimi crostacei ai bambini, mediante l'utilizzo di qualche geniale mossa di marketing.

L'uomo decise di commercializzare la sua idea agli inizi degli anni '60. Vendeva, infatti, un piccolo box contenente i crostacei in una bustina, con tanto di libretto di istruzioni per farle crescere, e il cibo con cui nutrirle. Il prodotto non si chiamava ancora "scimmie di mare", ma "Instant Life"; decise di scegliere la nomenclatura che conosciamo tutti dopo il fallimento del primo nome.

Nel 1962 pubblicare un annuncio in un fumetto era poco costoso rispetto agli spot televisivi dalle principali aziende di giocattoli, e von Braunhut utilizzò proprio questi canali per farsi pubblicità. Come spesso accade, l'imprenditore esagerò molto parlando delle capacità delle scimmie di mare che, a detta sua, erano capaci di essere ipnotizzati, rispondere ai comandi e perfino ballare (tutte informazioni non scientificamente valide).

Il prezzo di vendita era di un 1 dollaro a kit. Inutile dire che l'idea ottenne un successo clamoroso e l'uomo cominciò a ricevere ogni giorno cinque sacchi di posta dai clienti che volevano a tutti costo le incredibili scimmie di mare.

Voi, invece, avete mai sentito parlare di queste scimmie di mare? Le avete mai avute?

Quanto è interessante?
2
L'assurda storia delle origini delle scimmie di mare