L'astronauta francese Pesquet ha portato per la prima volta una copia di Dune nella spazio

L'astronauta francese Pesquet ha portato per la prima volta una copia di Dune nella spazio
di

Sulla ISS sono stati portati moltissimi oggetti diversi e di varia natura, spesso non inerenti al mondo della ricerca spaziale. Di recente, l'astronauta Thomas Pesquet ha ammesso su Twitter di esser riuscito a portare a bordo una copia del primo capitolo della saga di Dune.

In questi ultimi mesi il franchise di Dune (storica saga di romanzi di fantascienza scritta da Frank Herbert a partire dal 1965) ha subìto quella che si potrebbe definire "una seconda giovinezza", e molto di questa riscoperta lo si deve senza dubbio all'uscita del nuovo film del regista canadese Villeneuve (qui la nostra recensione), che ha ridato nuova vita ad una delle opere più maestose del millennio passato.

L'affetto per Dune di fan di vecchia e nuova data è stato espresso di recente anche da un vero e proprio "navigatore spaziale", il primo - a quanto ne sappiamo - ad aver portato un copia del libro di Herbert direttamente nello Spazio. Si tratta dell'astronauta francese Thomas Pesquet che, come si evince dal suo tweet che trovate in calce alla news, si è sempre definito un appassionato della saga.

Il suo amore per Dune è nato nella giovinezza, e ha voluto ricordare questo legame portando una copia della sua collezione personale direttamente a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. Sebbene Pesquet abbia scherzato sul fatto di aver portato il libro in gran segreto sulla ISS, in realtà ogni oggetto portato dagli astronauti a bordo dell'avamposto è severamente controllato.

L'astronauta francese si è fatto immortalare durante la lettura di Dune proprio nella Cupola panoramica della ISS, constatando quanto l'ambientazione creata da Frank Herbert sia in realtà piacevolmente simile alle dune di sabbia del Sahara, perfettamente visibili dalla Stazione.

L'unico rammarico di Pesquet è quello di non avere sufficiente tempo libero per dedicarsi alla lettura, dal momento che le mansioni sulla ISS sono tantissime e soprattutto perché - da inizio ottobre - Thomas Pesquet è anche il capitano dell'incredibile avamposto orbitale.

FONTE: Space.com
Quanto è interessante?
4