Gli astronomi hanno rilevato il vento più energetico di un quasar

Gli astronomi hanno rilevato il vento più energetico di un quasar
di

Utilizzando il telescopio Gemini North, i ricercatori hanno scoperto il vento più energico di qualsiasi quasar mai misurato. Questo potente deflusso si sta muovendo a quasi il 13% della velocità della luce e proviene da un quasar noto come SDSS J135246.37 + 423923.5 che si trova a circa 60 miliardi di anni luce dalla Terra.

Oltre a misurare il deflusso da SDSS J135246.37+423923.5, il team è stato anche in grado di calcolare la massa del buco nero supermassiccio che alimenta il quasar. Questo mostruoso oggetto è 8.6 miliardi di volte più massiccio del Sole, circa 2000 volte la massa del buco nero al centro della nostra Via Lattea e il 50% più massiccio del noto buco nero nella galassia Messier 87.

"Siamo rimasti scioccati: questo non è un nuovo quasar, ma nessuno sapeva quanto fosse straordinario fino a quando il team non ha ottenuto i risultati", spiega Karen Leighly, un astronomo dell'Università dell'Oklahoma. "Questi oggetti erano troppo difficili da studiare prima che il nostro team sviluppasse la nostra metodologia e disponesse dei dati di cui avevamo bisogno, e ora sembra che potrebbero essere il tipo più interessante di quasar da studiare."

Composto da un buco nero supermassiccio circondato da un brillante disco di gas, i quasar possono eclissare tutte le stelle nella loro galassia ospite e possono guidare venti abbastanza potenti da influenzare intere galassie. La scoperta del team solleva importanti domande e suggerisce anche che potrebbero esserci altri oggetti del genere. "L'Osservatorio Gemelli continua a far progredire la nostra conoscenza dell'Universo fornendo alla comunità scientifica internazionale un accesso all'avanguardia alla strumentazione e alle strutture del telescopio", afferma infine Martin Still, direttore del programma di astronomia della National Science Foundation.

FONTE: phys.org
Quanto è interessante?
2
Gli astronomi hanno rilevato il vento più energetico di un quasar