Si deve attendere davvero tre ore per fare il bagno dopo aver mangiato?

Si deve attendere davvero tre ore per fare il bagno dopo aver mangiato?
di

"Aspetta almeno tre ore prima di fare il bagno dopo aver mangiato" quante volte ci siamo sentiti dire questa frase? Sicuramente il minutaggio cambiava sempre, da genitore in genitore, ma il mito è sempre rimasto vivo e ci ha tormentato fin da piccolo. Quanto c'è di vero in tutto questo?

"È una vecchia storia", afferma Peter Wernicki, chirurgo ortopedico della Cleveland Clinic Indian River Hospital e membro del Red Cross Scientific Advisory Council. "Va assolutamente bene nuotare in qualsiasi momento dopo aver mangiato." Secondo quanto si dice, mangiare e poi nuotare devia il sangue verso lo stomaco e lontano dai muscoli, causando dei crampi, o il contrario.

Come ogni leggenda, ci sono sempre delle piccole verità. Un insufficiente apporto di sangue può causare dei crampi muscolari. Quando ci esercitiamo (o in questo caso nuotiamo), i nostri muscoli ottengono sangue extra, la stessa cosa quando mangiamo: del sangue extra viene "convogliato" nella zona dello stomaco. Tuttavia questo cambiamento non è così grave da provocare un'emergenza medica, dopo aver mangiato.

Uno studio si occupò proprio di questo: nel 1968, gli scienziati diedero a 24 nuotatori una ricca colazione a base di cereali, toast, zucchero, burro e latte, facendoli nuotare per diversi periodi di tempo. Nessun atleta sperimentò crampi o nausea, e non rallentarono neanche le loro prestazioni. Oggi, c'è un chiaro consenso sul fatto che mangiare prima di nuotare non è lontanamente pericoloso. Le restrizioni alimentari prima del nuoto, infatti, sono inutili e infondate da prove scientifiche. Secondo Wenicki, non c'è mai stato un caso di morte per annegamento di una persona perché aveva mangiato prima.

A saperlo prima.

Quanto è interessante?
2