Australia, approvata la nuova legge sui social network. Cosa prevede

Australia, approvata la nuova legge sui social network. Cosa prevede
di

Nella giornata di ieri il legislatore australiano ha approvato una nuova legge che introduce delle misure più severe nei confronti dei social media, che saranno responsabili per i contenuti condivisi. L'approvazione arriva a poche settimane dall'attentato di Christchurch, che ha scatenato un dibattito acceso nel paese.

Alla luce della nuova legge approvata dalla Camera dei Rappresentanti italiani, le piattaforme dei social media sono obbligate a rimuovere "rapidamente" i contenuti che mostrano rapimento, omicidi, stupri ed attacchi terroristici. Qualora le piattaforme non dovessero riuscire a sbarazzarsi dei contenuti tempestivamente, i dipendenti potrebbero affrontare sanzioni pesantissime, che comprendono anche il carcere. Per le società invece è prevista una multa fino al 10% dei profitti annuali.

La normativa ha già scatenato non poche polemiche nella nazione. In particolare, si è cominciato a parlare delle possibili limitazioni alla libertà di parola, ma in molti non hanno esitato a bollare il tutto come una vera e propria censura.

Il gruppo che rappresenta Facebook, Google ed altre società ha affermato che "questa legge, che è stata approvata e concepita in cinque giorni senza alcuna consultazione, non fa nulla per affrontare il discorso dell'hate speech, che era la motivazione fondamentale dietro gli attacchi di Christchurch", che sono stati trasmessi in diretta sul social network di Mark Zuckerberg.

FONTE: techcrunch
Quanto è interessante?
5