Bambini geneticamente modificati: lo scienziato cinese blocca il progetto

Bambini geneticamente modificati: lo scienziato cinese blocca il progetto
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Lo scienziato cinese che qualche giorno fa aveva annunciato la nascita dei primi due bambini geneticamente modificati, è stato costretto a sospendere la sperimentazione a causa delle numerose e feroci critiche che ha ricevuto nei giorni successive.

He Jiankui si è anche scusato per "la diffusione inaspettata dei risultati" nel corso di una conferenza tenuta ad Hong Kong, che è servita anche per annunciare che "la sperimentazione clinica è stata messa in pausa a causa della situazione attuale".

Lo scienziato, intervenendo nel corso dello Human Genome Editing Summit, ha anche sottolineato che "lo studio è stato sottoposto ad una rivista scientifica per la revisione", ma non ha specificato di quale testata si tratti. Jiankui ha inoltre confermato che la Suthern University of Science and Technology di Shenzhen non era in alcun modo al corrente dello studio che stava conducendo prima di mettersi in congedo.

Nonostante le critiche però lo scienziato si è detto fiero del progetto, ed ha rinnovato la propria convinzione nel fatto che lo studio possa proteggere Lulu e Nana (le due bambine a cui sono stati nomi fantasiosi per proteggere la privacy) dall'HIV.

Nel frattempo anche la Commissione Nazionale per la Sanità Cinese ed il Ministero della scienza e Tecnologia della Cina hanno annunciato di aver aperto delle inchieste, con il vice ministro Xu Nanping che si è detto "scioccato" per le affermazioni dello scienziato. In Cina tali sperimentazioni sono viete dal 2003.

FONTE: Repubblica
Quanto è interessante?
9