Il ban di TikTok negli Stati Uniti è stato rinviato al 12 novembre, ecco perché

Il ban di TikTok negli Stati Uniti è stato rinviato al 12 novembre, ecco perché
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha firmato un nuovo ordine esecutivo nella giornata di venerdì 14 agosto 2020 in cui si ufficializza il rinvio del ban di TikTok negli USA: ByteDance non avrà più soltanto 45 giorni per vendere il social o lasciare il mercato statunitense, ma il doppio, ovvero fino al 12 novembre 2020.

Questa nuova scelta è stata presa poiché, come scritto nell’ordine pubblicato il 14 agosto, ora l’amministrazione Trump esige anche la cancellazione di ogni dato sensibile degli utenti statunitensi dai server di TikTok, operazione che una volta conclusa dovrà essere verificata dal Comitato sugli investimenti esteri negli Stati Uniti d’America (CFIUS). Inoltre, ByteDance dovrà anche eliminare ogni dato prelevato dal predecessore di TikTok acquisito nel 2017, ovvero Musical.ly.

L’ordine esecutivo sarà sicuramente utile per Microsoft, Twitter e ogni altra azienda americana interessata all’acquisizione di TikTok per concludere le trattative con meno pressione, riuscendo a trovare accordi vantaggiosi con ByteDance che, al momento, non ha rilasciato alcuna dichiarazione ufficiale riguardo questo nuovo provvedimento dell’amministrazione Trump.

Di recente Donald Trump ha inoltre dichiarato che l’acquisto del social cinese “dovrà avvantaggiare ad ogni costo gli Stati Uniti e garantire la massima sicurezza”, ribadendo che TikTok costituisce una "grave minaccia per gli USA" e deve essere o acquisita, o rimossa completamente dal mercato statunitense.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
2