Il ban di Trump non ha scalfito Huawei? Il fatturato cresce anche nel 2019

Il ban di Trump non ha scalfito Huawei? Il fatturato cresce anche nel 2019
di

Huawei continua a crescere anche nel suo momento di massima difficoltà. Il dato è quello del primo semestre del 2019. Sebbene non ci siano cifre precise Liang Hua, membro del Cda, ha dichiarato che l'incidente non avrebbe avuto grosse conseguenze sul bilancio dell'azienda.

È giusto sottolineare che il picco del problema si è registrato a maggio, e che quindi l'eventuale tonfo dei mesi immediatamente successivi potrebbe essere stato ampiamente assorbito dalle ottime performance di inizio anno.

Anche in questa occasione Huawei, sempre tramite Liang Hua, ha puntato il dito contro le politiche degli americani, che sono state definite ingiuste e scorrette. Di recente l'annuncio dell'intenzione di distendere i rapporti da parte degli USA, con il Segretario al Commercio Wilbur Ross che ha annunciato l'intenzione del Governo di autorizzare le aziende americane a fare affari con Huawei ogni volta in cui questo non pregiudichi la sicurezza nazionale.

Ma per Hua non sarebbe ancora sufficiente. Huawei vuole essere definitivamente rimossa dall'Entity List, in modo da poter fare affari liberamente senza rimanere ogni volta in attesa delle decisioni del Governo.

Nel frattempo Washington D.C. e Pechino sono in fase di trattativa, e in queste settimane si deciderà il futuro dei rapporti commerciali tra i due Paesi. Una eventuale pace con Huawei potrebbe partire da qui. Così come un eventuale ulteriore inasprimento delle sanzioni. Vista la posta in gioco e gli attori coinvolti, non è possibile escludere nessuno scenario.

Quanto è interessante?
3