Banda ultralarga, TIM: "Integrazione con Open Fiber obiettivo da perseguire"

Banda ultralarga, TIM: 'Integrazione con Open Fiber obiettivo da perseguire'
di

Arrivano delle importanti dichiarazione dal TIM sul tema dell'integrazione con Open Fiber. L'amministratore delegato di TIM, Gubitosi, nel corso di un convegno tenuto a Roma ha osservato che la fusione "ha senso ed andrebbe perseguita, ma se questo obiettivo non fosse condiviso TIM si farà carico di questa sfida cruciale per il paese".

Gubitosi ha nuovamente affermato che TIM è pronta e disponibile a creare "un'unica infrastruttura di rete, concentrando gli investimenti per la costruzione di una rete all'avanguardia in Italia", ma ha anche invitato la controparte ad accelerare in quanto "non è più tempo di dibattiti ma di risultati concreti, e la soluzione non può essere la creazione di un operatore disintegrato".

In merito alle dichiarazioni arrivate dal presidente di Open Fiber, Franco Bessanini, secondo una fusione con TIM sotto il controllo di Telecom non verrebbe approvata dall'Autorità, Gubitosi ha affermato che "sono stati riportati commenti emersi proprio durante questo convegno sull’opportunità o meno di un modello di rete sotto un operatore integrato e di conseguenza come a tal proposito si dovrebbe comportare il regolatore. In molti paesi è ritenuto inappropriato indicare come si dovrebbe comportare un regolatore, tirandolo per la giacchetta. Dovrebbe essere così anche da noi per rispetto istituzionale”.

Il CEO ha anche rivendicato il ruolo di TIM, che continua a possedere degli asset importanti per il paese e da sempre si è preposta l'obiettivo di "innovare e trasformare l'Italia", come dimostrato dal fatto che lo sviluppo della banda ultralarga l'ha avviato proprio Telecom, a cui sono subentrati successivamente altri operatori come Open Fiber.

La situazione comunque non è tutta rose e fiori, e come osservato da un rapporto pubblicato qualche settimana fa, attualmente sarebbe coperto solo un comune su mille. Ecco perchè è necessaria un'accelerata importante.

FONTE: CorCom
Quanto è interessante?
3