Banda ultra larga, al via il piano per le aree grigie

Banda ultra larga, al via il piano per le aree grigie
di

Nonostante i ritardi delle aree bianche, il Ministero per lo Sviluppo Economico procede a passo spedito. Si è tenuta ieri al MISE la riunione del CoBUL, il Comitato per la Banda Ultra Larga, per discutere del piano di copertura delle aree grigie.

Nel corso dell'incontro, presieduto dal Ministro per il Sud Barbara Lezzi, è stato approvato il lancio della seconda fase per il Piano Banda Ultra Larga (BUL), per intervenire nelle aree grigie del paese e sostenere la domanda di servizi ultraveloci tramite dei voucher per la connettività. Per i prossimi giorni è anche stato convocato un tavolo tecnico per dettagliare gli interventi previsti in vista del confronto con la Commissione Europea.

Tornando al meeting di ieri, il comunicato diffuso sul sito Infratel, sono stati certificati i rallentamenti in alcune aree bianche, ma è anche stata affrontata la questione relativa al completamento degli interventi nella Regione Basilicata.

È necessario accelerare la digitalizzazione del Paese, attraverso la realizzazione di una infrastruttura di rete veloce, efficiente e soprattutto accessibile su tutto il territorio nazionale, da Nord a Sud. Con il lancio della seconda fase della Strategia nazionale per la Banda Ultralarga, vogliamo ribadire l’importanza di uno sviluppo tecnologico che si rende necessario per creare finalmente quelle autostrade digitali di cui il Paese ha bisogno" ha dichiarato Barbara Lezzi.

Quanto è interessante?
6