Bebionic Hand è la protesi che potrebbe rivoluzionare il settore

di

Oggi vi presentiamo una mano bionica denominata Bebionic Hand. Sviluppata da Steeper, una società con 90 anni di esperienza con le protesi, è stata progettata per essere molto più simile ad una vera e propria mano. Questa tecnologia, è il risultato di sette anni di ricerca e sviluppo e l'adozione di tecniche e materiali derivati dalla Formula 1.

Il produttore ha infatti utilizzato metalli leggeri, quali ad esempio l’alluminio, e magneti rari, che hanno consentito la creazione di un innovativo controllo del movimento delle dita. La mano pesa circa 390 grammi, ma è in grado di sopportare un peso di 45 chilogrammi: tutto ciò è garantito proprio dai materiali utilizzati e dai dispositivi brevettati di cui sono state dotate le dita. Il peso della mano è distribuito equamente attorno al polso, in modo che le dita non risultino eccessivamente pesanti. Questa mano bionica dispone inoltre di un vario numero di sensori: questi captano diversi movimenti muscolari e, di conseguenza, possono regolare i singoli motori delle dita e microprocessori. La funzione presa automatica di questo dispositivo è in grado di rivelare automaticamente gli oggetti che vengono tenuti in mano, impedendo che la presa venga rilasciata e gli oggetti cadano a terra. Nicky Ashwell, una ragazza inglese nata senza la mano destra, è stata la prima ad utilizzare questa mano bionica. Grazie all'innovativa protesi, è stata in grado di guidare la sua bicicletta, usare le posate ed aprire la propria borsa. 

Quanto è interessante?
0