di

La missione Beresheet sembra procedere per il verso giusto. Nella mattina di ieri SpaceIL e l'Israel Aerospace Industry hanno confermato che la navicella spaziale ha completato con successo un'altra manovra intorno al nostro satellite, e si avvicina all'atterraggio previsto per l'11 Aprile.

La sonda ora è entrata nell'orbita ellittica, dopo l'ingresso dello scorso weekend, e si sta preparando per i preparativi per l'atterraggio.

"Durante la manovra, i motori hanno funzionato per circa trentasei secondi e la quantità di carburante bruciata equivale a circa sei chilogrammi. L'altezza di Apollona è diminuita da 750 chilometri a 200 chilometri, ed ora è nei pressi del punto più vicino dalla Luna" si legge in un articolo pubblicato sul Jerusalem Post.

L'IAI e SpaceIl hanno spiegato che "il veicolo spaziale è ora in un'orbita ellittica ad un'altitudine di 211 Km a 467 chilometri dalla Luna".

L'atterraggio, come detto poco sopra, è previsto tra due giorni e nel corso delle prossime ore Beresheet inizierà la manovra di rallentamento. Qualora la missione dovesse andare come previsto, Israele diventerebbe la quarta nazione ad arrivare sulla Luna dopo Stati Uniti, Cina e Russia.

Il lander è dotato di una vasta gamma di telecamere che permetteranno alla società privata di studiare il satellite della Terra, ma al suo interno è anche presente la versione inglese di Wikipedia.

Quanto è interessante?
6