Bitcoin: il dispendio energetico che comporta il mining sale vertiginosamente

di
Diversi studi hanno dimostrato come la fase di mining sia estremamente dispendiosa dal punto di vista del consumo energetico.

Power Compare, una piattaforma britannica che confronta i prezzi dell’energia, ha pubblicato online i risultati di diverse ricerche che constatano come il volume complessivo di elettricità necessaria per minare Bitcoin abbia raggiunto livelli superiori al consumo energetico di almeno 159 Paesi del mondo.

Il consumo annuo di elettricità stimato attribuibile al Bitcoin è di circa 29,05TWh (1,5 miliardi di dollari), equivalente allo 0,13 per cento della domanda mondiale di energia. Se il Bitcoin fosse immaginato come uno stato, esso si posizionerebbe al 61° posto nel ranking mondiale in termini di consumi elettrici.

Se non avete familiarità con il mondo delle criptovalute vi consigliamo la guida creata da Everyeye che spiega i principi fondamentali del Bitcoin.

Bitcoin Bitcoin