BlackBerry: un dirigente spiega il piano per sopravvivere

di

In una recente intervista rilasciata ad un giornale indiano specializzato in economia, l’Amministratore Delegato di BlackBerry India, Sunil Lalvani, ha rivelato il piano quadriennale deciso dal consiglio d’amministrazione dell’ex Rim per cercare di sopravvivere. Il nuovo anno sembra essere iniziato con il giusto piglio per la compagnia canadese. Dopo un 2013 disastroso infatti, dovuto al fallimento dei dispositivi BlackBerry 10, ormai sul mercato svalutati e senza alcun appeal, BlackBerry si ritrova con un nuovo CEO, un contratto quinquennale con Foxconn per la realizzazione di prodotti di fascia bassa e 3 miliardi di dollari di liquidità in bilancio. Lalvani sostiene che il piano della sua azienda si divide in quattro parti.

Parte 1: accordi con altre piattaforme per BES 10 (BlackBerry Enterprise Service 10), la piattaforma unificata di sicurezza e gestione dei dispositivi per BlackBerry, iOS e Android. La società nord americana continua ad attrarre utenti e, fortunatamente, quando è stato effettuato il passaggio da BES a BES 10 è stato aggiunto il supporto per dispositivi iOS e Android. Lalvani dice che, presto, BES 10 aggiungerà Windows Phone alle piattaforme supportate. Parte 2: offrire BES 10 alle piccole e medie imprese in India sotto forma di cloud service. Lalvani afferma che l'India ha il numero più alto di piccole e medie imprese al mondo, dopo la Cina. Finora queste aziende sono responsabili di 2000 installazioni di BES 10 su 80 mila compagnie e agenzie governative che utilizzano il servizio in tutto il mondo. Terza parte: diffondere BlackBerry Messenger su più smartphone possibili. Le versioni iOS e Android sono state un successo per numero di installazioni. Ora serve monetizzare. BlackBerry sta pensando a Channels, aggiunto recentemente alla versione Android di BBM sotto forma di beta. Channels prevede gruppi di discussione che gli utenti BBM possono avviare e arricchire con altri contatti. L'ex Rim ritiene che molti introiti possono derivare da quelle compagnie che vogliono raggiungere decine di milioni di utenti BBM con i propri contenuti personalizzati. L'ultima parte del piano, infine, prevede l'abbassamento dei costi dei prodotti BlackBerry sui mercati emergenti. Ci penserà Foxconn a produrli in maniera rapida, almeno per i prossimi cinque anni. L'Amministratore Delegato indiano ha infine sottolineato come in passato erano i dispositivi a fruttare il 65% degli introiti, mentre negli anni a venire saranno i servizi e il software a farla da padrona e a rappresentare l'ancora di salvezza per la compagnia canadese.

FONTE: PhoneArena
Quanto è interessante?
0