Bluesmart, la valigia intelligente, fallisce a causa del divieto di volo delle compagnie

di

Lo scorso anno, su Indiegogo ha fatto capolino un progetto molto interessante, che nel giro di pochi giorni aveva rapidamente raggiunto l'obiettivo prefissato. Si tratta di Bluesmart, la prima valigia intelligente collegata ad uno smartphone che seguiva gli utenti nel tragitto tra l'aeroporto ed il gate d'imbarco.

La valigia rappresentava un passo in avanti significativo rispetto a quelle tradizionali in quanto poteva essere chiusa con una password e sbloccata attraverso un'applicazione che, a sua volta, forniva informazioni anche sul peso.

Le compagnie aeree statunitensi, però, hanno deciso di imporre il divieto sul bagaglio intelligente a causa delle batterie agli ioni di litio non rimovibili presenti al suo interno. Il divieto è stato imposto da Delta, American Airlines ed Alaska Airlines, che in una riunione hanno espresso le perplessità su possibili esplosioni e combustioni come quelle riportate con il Galaxy Note 7 e gli hoverboard, per cui è stato vietato l'imbarco.

Oggi ci giunge notizia che Bluesmart, la compagnia che ha prodotto e progettato la prima generazione, ha alzato bandiera bianca nonostante i 4,5 milioni di Dollari raccolti dalle campagne di crowdfunding su Indiegogo. L'amministratore delegato, Tomi Pierucci, in un post pubblicato sul blog ufficiale della compagnia qualche mese fa ha definito la situazione finanziaria "irreversibile e difficile. Dopo aver esplorato tutte le possibili soluzioni per andare avanti, la società è stata costretta ad abbandonare le operazioni".

Bluesmart ha provveduto a rimuovere tutte le pagine dei propri prodotti e quelle social. Per i clienti che non hanno ricevuto gli ordini, è già scattato il rimborso, mentre per coloro che hanno effettuato l'acquisto la compagnia ha pubblicato una guida su come rimuovere la batteria utilizzando un cacciavite.

FONTE: Dailydot
Quanto è interessante?
6