Bluray e DVD? Non se li fila più nessuno, vendite dimezzate in poco tempo

Bluray e DVD? Non se li fila più nessuno, vendite dimezzate in poco tempo
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Se nell'era Netflix i cinema vanno ancora forte, lo stesso non si può dire del mercato dei supporti fisici: dal 2014 le vendite di DVD e Bluray sono crollate del 50%.

Nel 2014 il mercato di DVD e Bluray valeva 25.2 miliardi di dollari a livello globale, solo cinque anni dopo, nel 2018, l'indotto è sceso a 13.1 miliardi di dollari. Stiamo parlando praticamente di un dimezzamento. Le proiezioni fanno intendere che quello a cui ci troviamo davanti è un trend consolidato, e non ribaltabile: non saranno supporti più avanzati a salvare la partita, 4K o Bluray 8K non cambieranno le sorti del mercato di una virgola. Sono proprio mutate le abitudini dei consumatori, che ora hanno strumenti più comodi ed economici per vedere i film e le loro serie preferite.

Vi basti pensare che stando ai dati forniti da Forbes oggi i DVD, il formato con qualità più bassa, pesano per ancora per il 57.9%, mentre i Bluray 4K solo per 5.3%.

Se i supporti fisici sono in agonia, complessivamente il mercato dell'home enteratinment sta andando benone: Netflix, Prime e soci non soltanto fanno recuperare quanto andato in fumo sul fronte DVD, ma mettono anche qualcosina in più, così il settore è cresciuto del 16% l'anno scorso. Il numero di abbonati ai servizi per l'on-demand in streaming è salito del 27% nel 2018, superando gli abbonati alla TV via cavo per la prima volta.

Quanto è interessante?
4