Boeing: altro ritardo per il lancio della navicella CST-100. Slitta al 2019?

Boeing: altro ritardo per il lancio della navicella CST-100. Slitta al 2019?
di

Come ampiamente previsto da molti, i primi voli di prova per il nuovo spacecraft targato Boeing sono stati nuovamente rimandati, a seguito di un incidente registrato nel motore di prova circa un mese fa. La capsula dell'equipaggio, nota come CST-100 Starliner, dovrebbe effettuare entro l'anno due voli di prova per l'ISS.

Tuttavia, il test fallito ha costretto Boeing a cambiare nuovamente i programmi, ed è probabile che questi voli vengano effettuati solo nel 2019. Boeing sta sviluppando lo Starliner come parte del programma commerciale della NASA, attraverso cui l'Agenzia Spaziale Americana mira a trasportare gli umani sulla Stazione Spaziale Internazionale a bordo di veicoli statunitensi privati.

Il veicolo in questione può trasportare sette passeggeri e viaggiare nello spazio sopra un razzo Atlas V, prodotto dalla United Launch Alliance. Prima di considerare operativo il veicolo, però, la NASA necessita di almeno un volo di prova da parte di Boeing, per vedere se la capsula sia pronta per effettuare i viaggi.

I piani originali prevedevano il primo lancio ad agosto, con un secondo previsto a novembre. Alla luce di tali ritardi, il primo volo non dovrebbe avvenire prima della fine dell'anno, con il primo test con a bordo l'equipaggio in programma a metà 2019.

Il ritardo sembra derivare da un recente guasto al motore che si verificato durante i test di giugno. Il tutto sarebbe avvenuto durante il processo di spegnimento: gli ingegneri hanno notato la mancata chiusura di alcune valvole, le quali hanno causato una perdita di propellente. Fortunatamente questo non ha causato alcun danno all'attrezzatura, ma sono ancora in corso delle indagini per capire come sia potuto avvenire il tutto.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
3