Bollette, fine del mercato tutelato: niente proroga, cosa cambia dal 2024

Bollette, fine del mercato tutelato: niente proroga, cosa cambia dal 2024
di

Nessuna proroga per il mercato tutelato delle bollette. Il Consiglio dei Ministri riunitosi nella giornata di ieri a Palazzo Chigi infatti ha confermato lo stop al mercato tutelato di gas ed elettricità, mettendo da parte il possibile rinvio ipotizzato dal Ministro Pichetto Fratin.

Il 1 Gennaio 2024 quindi terminerà il regime di tutela per il gas, mentre ad Aprile 2024 toccherà al mercato dell’energia elettrica, come stabilito dal decreto legge recante “disposizioni urgenti per la sicurezza energetica del Paese, la promozione del ricorso alle fonti rinnovabili di energia e il sostegno alle imprese a forte consumo di energia”.

Dal Ministero comunque fanno sapere che sarà istituto un tavolo che dovrà stabilire delle modalità “morbide” per il passaggio al mercato libero, dal momento che sono interessate 5,5 milioni di utenze in Italia.

Per quanto riguarda l’energia elettrica, la fine del regime di tutela coinciderà con un “servizio a tutele graduali” per i consumatori che non avranno scelto di passare al mercato libero. Tale regime durerà tre anni ed in tale lasso di tempo le tariffe saranno fissate dall’Arera e legate al prezzo unico nazionale dell’energia scambiata sul mercato all’ingrosso. Il prezzo sarà quindi unico per tutto il paese. Il nuovo fornitore che subentrerà a quello che forniva la tutela sarà stabilito attraverso delle aste competitive previste l’11 Dicembre.

Passando al gas, invece, la tutela terminerà il primo gennaio 2024 per i non vulnerabili. Se non si sceglie un contrattro sul mercato libero si entrerà nel regime “Placet Del. 100”, con mercato libero ma vigilato dall’Arera e prezzi allineati all’attuale tutela, senza cambiare fornitore. Il 1 Gennaio 2025 si passerà alla Placet Ordinaria che secondo gli analisti sarà più onerosa dal momento che il prezzo della componente sarà deciso dal venditore.