Bonus Cultura: da Settembre scattano i nuovi controlli anti-truffa

Bonus Cultura: da Settembre scattano i nuovi controlli anti-truffa
di

A seguito delle verifiche della Guardia di Finanza, il MIUR ha svelato che dal prossimo mese di Settembre partiranno una serie di verifiche anche sul corpo docente, allo scopo di evidenziare eventuali anomalie nell'utilizzo dei 500 Euro, che possono essere spesi per libri, aggiornamenti, dispositivi hardware e software.

A darne notizia il sito web specializzato Mondo Docenti, secondo cui dall'inizio del nuovo anno scolastico verranno rafforzati i controlli per accertare che i soldi accreditati sulla Carta del Docente vengano spesi spesi come previsto dalla normativa del Ministero.

La notizia arriva a qualche giorno di distanza dal protocollo d'intesa firmato dal MIBAC e la Guardia di Finanza, che prevede maggiori verifiche non solo ai danni degli alunni, ma anche nei confronti dei docenti per scovare eventuali irregolarità e truffe. Il Ministero infatti sta mettendo a disposizione del Nucleo Speciale delle Fiamme Gialle un database contenente tutte le informazioni sui beneficiari del sostegno introdotto dal Governo Renzi.

L'obiettivo è evitare che docenti ed alunni truffino lo Stato. Alcune indagini effettuate hanno portato alla scoperta di oltre 700 furbetti che registravano, con la complicità dei negozianti, finti acquisti da 500 Euro per ottenere 300 Euro in contanti. Alcuni inoltre avevano utilizzato il Bonus per acquistare smartphone.

Complessivamente, la Guardia di Finanza ha scoperto circa 1,6 milioni di Euro di Bonus Cultura spesi illecitamente, da qui la scelta di introdurre nuovi controlli.

Quanto è interessante?
7