Un buco inaspettato si è aperto nel ghiaccio più resistente dell'Artico

Un buco inaspettato si è aperto nel ghiaccio più resistente dell'Artico
di

La zona dell'ultimo ghiaccio nell'Artico, secondo gli scienziati, era la più stabile dell'intero territorio. Tuttavia i ricercatori hanno avvistato un nuovo buco perfino più grande di quelli che sono stati precedentemente avvistanti in questo luogo.

Nell'estate 2020, il Mare di Wandel, o il tratto orientale della regione dell'"ultimo ghiaccio", ha perso metà del ghiaccio sovrastante, secondo uno studio del luglio 2021. Adesso, gli esperti affermano che questa area potrebbe sciogliersi completamente ogni estate entro la fine del secolo, decretando la fine per gli animali che dipendono dal ghiaccio marino, come gli orsi polari (gli orsi polari si estingueranno entro fine secolo?).

Il buco che si è creato viene chiamato in gergo "polinia" e la sua formazione nella regione è davvero interessante. "È un po' come una crepa nello scudo di questa solida copertura di ghiaccio che tipicamente esiste in quell'area. Quello che sta avvenendo sta anche evidenziando davvero come sta cambiando l'Artico", dichiarano gli esperti.

In futuro queste polinie potrebbero aprirsi più frequentemente quando l'ultimo ghiaccio dell'Artico si scioglierà. Inizialmente saranno zone in cui la vita prospererà, consentendo una maggiore fotosintesi algale, che attirerà pesci e crostacei... e porteranno in questa zona uccelli marini, foche e orsi polari. Alla fine, però, l'esplosione della vita sarà solo temporanea, poiché le creature menzionate non potranno più sopravvivere in queste zone.

Questo potrebbe avvenire molto presto, e nel 2035 il ghiaccio marino potrebbe scomparire in estate.

Quanto è interessante?
2