Il buco nero al centro della Via Lattea sta forgiando un nuovo tipo di stelle mai viste

Il buco nero al centro della Via Lattea sta forgiando un nuovo tipo di stelle mai viste
di

Come la maggior parte delle grandi galassie dell'Universo, la Via Lattea è tenuta insieme da un buco nero supermassiccio che si trova al centro. Chiamato Sagittarius A*, il mostro cosmico ha un massa di circa 4 milioni di volte quella del Sole. Intorno ad esso, scoprono i ricercatori, sono presenti degli "strani" oggetti mai visti prima.

In uno studio, pubblicato sulla rivista Nature, gli astronomi descrivono sei oggetti misteriosi che turbinano attorno al buco nero centrale della nostra galassia. Secondo gli autori, questi oggetti anomali sembrano macchie di gas oblunghe molto più massicce della Terra. Tuttavia, si comportano come piccole stelle in grado di passare pericolosamente vicino al bordo del buco nero senza essere distrutte.

Secondo gli autori dello studio, questi strani oggetti (rinominati rispettivamente da G1 a G6) potrebbero essere un particolare ibrido di gas e stelle. Basandosi sulle forme, le orbite e le interazioni degli oggetti, i ricercatori suggeriscono che ogni corpo celeste è una coppia di stelle binarie (due stelle che ruotano l'una attorno all'altra) distrutte dalla gravità del buco nero milioni di anni fa e che ancora riversano nuvole di gas e polvere.

I primi due oggetti di questo tipo sono stati scoperti rispettivamente nel 2005 e nel 2012, ma vennero interpretati come semplici fasci di gas emessi dal buco nero. Il primo grande indizio arrivò nel 2014, quando gli astronomi osservarono il blob, chiamato G2, avvicinarsi entro poche centinaia di unità astronomiche dell'orizzonte degli eventi del buco nero.. senza essere distrutto (deformandosi solo leggermente).

Così, gli autori dello studio hanno trascorso diversi anni perlustrando il centro della galassia alla ricerca di altri potenziali oggetti di tipo G. Alla fine, il team ha identificato quattro nuovi oggetti che si adattano ai parametri richiesti: ognuno segue un percorso orbitale diverso attorno a Sgr A* ma mostrando caratteristiche simili a G1 e G2. Questi blob, spiegano gli autori, sono i prodotti di fusioni di stelle binarie creati dalla gravità del buco nero. Inoltre, il numero di oggetti di tipo G osservati si adatta alla percentuale attesa di stelle binarie nel centro della galassia.

Lo studio non è ancora finito. I ricercatori vogliono trovare più oggetti di questo tipo e sembra che abbiano già trovato alcuni nuovi candidati.

FONTE: space.com
Quanto è interessante?
7
Il buco nero al centro della Via Lattea sta forgiando un nuovo tipo di stelle mai viste