INFORMAZIONI SCHEDA
di

La minaccia di un'invasione tedesca nel Regno Unito diventava sempre più reale. Il governo inglese accentrò il proprio potere in poche aree strategiche, mentre le zone rurali vennero abbandonate a sé stesse. La scoperta di un bunker tra le foreste di Suffolk ha rivelato il sacrificio di alcuni volontari, disposti ad armarsi per difenderle.

Queste unità militari erano clandestine e per questo presero il nome di "Truppe ausiliarie". Molti che ve ne presero parte erano uomini di campagna, ma perfettamente addestrati e pronti a prendere le armi e sacrificare la propria vita, se necessario.

L'evento che portò questi volontari a raggrupparsi fu la resa della Francia e il disastro di Dunkerque. Hitler era convinto che, dopo la sconfitta del suo alleato, la Gran Bretagna si sarebbe arresa a sua volta. Tuttavia, non fu così e il Führer si vide costretto a cambiare strategia: la Germania avrebbe invaso le terre inglesi. Venne ideata, quindi, l'"operazione Leone marino".

Dall'altra parte, però, il governo britannico, guidato da Winston Churchill e non più da Chamberlain, non si presentò impreparato: radunò le proprie forze intorno ai principali centri urbani e lasciò i "mascalzoni", così chiamati i volontari delle truppe ausiliarie, a gestire le terre private della protezione dell'esercito ufficiale. Il loro compito sarebbe stato quello di operare dietro le linee nemiche, uccidendo e sabotando i possibili invasori.

Molti di questi uomini delle campagne lasciarono le loro case e le loro famiglie, consapevoli, in cuor loro, di star andando incontro alla morte. Eppure, anche se l'Inghilterra non verrà mai invasa da truppe di terra tedesche, il sacrificio che questi individui erano pronti a compiere non verrà mai riconosciuto o premiato.

Le loro storie e le loro emozioni non vennero nemmeno documentate in fonti dirette, portando gli studiosi a credere che la loro "eredità" fosse svanita con l'ultimo membro del gruppo.

Tuttavia, una recente scoperta nel Suffolk (Inghilterra orientale) ha portato alla luce un bunker, dove questi volontari avrebbero dovuto dirigere il loro lavoro. La cosa strabiliante di questo ritrovamento è stato il vedere con i propri occhi tanti piccoli oggetti lasciati indietro dai soldati, che narrano in parte la loro vita dentro quel luogo sotterraneo.

Gli storici che hanno preso parte alle ricerche hanno documentato il tutto in un breve video che potrete guardare qui sopra.

Quanto è interessante?
2