Buone notizie dall'ExoMars dell'ESA: problemi al paracadute quasi risolti

Buone notizie dall'ExoMars dell'ESA: problemi al paracadute quasi risolti
di

L'ExoMars è una missione progettata per l'esplorazione di Marte tramite una sonda robotica sviluppata dall'Agenzia Spaziale Europea (ESA) e dall'Agenzia Spaziale Russa (Roscosmos). Per arrivare sul pianeta in tutta sicurezza, il veicolo spaziale dovrà usare dei paracadute.

Il primo paracadute verrà dispiegato quando il mezzo si troverà intorno ai 1.700 chilometri orari nell'atmosfera. Circa 20 secondi dopo, a 400 chilometri all'ora, si aprirà il secondo paracadute. Dopo di che, verranno avviati i motori frenati per far atterrare in tutta sicurezza il veicolo.

Sulla carta il piano è perfetto, ma all'inizio di quest'anno sono stati osservati dei mal funzionamenti al paracadute primario e a quello secondario. Un problema inatteso che rischiava di far slittare la data di lancio, segnata per il 2020.

Da allora è stata avviata un'accurata ispezione di tutto l'hardware, consentendo al team di definire i problemi di progettazione dedicati ai paracadute. Sembra essere stata trovata una soluzione: verranno applicati nuovi aggiustamenti per facilitare l'uscita dei salvavita (l'ESA ha richiesto il supporto della NASA).

Attualmente l'Agenzia Spaziale Europea sta lavorando per completare i test dei paracadute, di 15 e 35 metri, prima della revisione prevista per la fine di aprile. La finestra di lancio per la missione rimane, almeno per adesso, tra il 26 luglio e l'11 agosto 2020.

Nello stesso periodo sarà lanciato anche il Mars 2020 della NASA, che avrà obiettivi simili a quelli del rover europeo.

FONTE: esa
Quanto è interessante?
5
Buone notizie dall'ExoMars dell'ESA: problemi al paracadute quasi risolti