BWM-Daimelr si scagliano contro Apple per la privacy delle auto teleguidate

di

Si arricchisce di nuovi dettagli Project Titan, il progetto di automobile autonoma di Apple che a quanto pare dovrebbe vedere la luce entro il 2020 e che, come già riportato negli scorsi giorni, avrà a capo un ingegnere ex Tesla messo sotto contratto dalla Mela.

Secondo quanto riportato dall'Handelsblatt, Herald Krueger, il numero uno di BMW, e Dieter Zetsche avrebbero ufficialmente interrotto le trattative con Apple per la costruzione della tanto chiacchiera Apple Car. I motivi sarebbero due: oltre alla guida del progetto, infatti, le parti avrebbero interrotto qualsiasi tipo di rapporto con il colosso di Cupertino a causa di alcuni problemi riguardanti la privacy, dal momento che la società di Tim Cook vorrebbe costruire una vettura con telecamera e sensori connessi attraverso iCloud, che secondo i tedeschi non fornirebbe la protezione dei dati necessaria di cui gli utenti hanno bisogno, motivo per cui il colosso teutonico ha scelto di acquistare Nokia Here.
Audi, Mercedes e Daimler, puntano proprio ad immergersi nel mercato dominato da Apple (con CarPlay) e Google (con Android Auto), ed anche questo sarebbe un altro motivo per cui sono stati interrotti i rapporti.
Apple però a quanto pare avrebbe già trovato un altra soluzione e starebbe trattando con gli austriaci di Magna.

Quanto è interessante?
0