E' stato trovato il cadavere di un'Orca spiaggiata nell'entroterra del Galles

E' stato trovato il cadavere di un'Orca spiaggiata nell'entroterra del Galles
di

E’ stato trovato il cadavere di una, cosiddetta, “balena assassina” trovata morta sulle coste Inglesi. E’ il primo ritrovamento di tale specie dopo ben venti anni.

Come una squadra di investigatori forensi, il team di scienziati del Zoological Society of London (ZSL), una delle branche del Cetacean Strandings Investigation Program (CSIP), ha svolto un’autopsia sul corpo dell’animale che altri non è che un’Orca (Orcinus orca). Si tratta di un maschio delle dimensioni di 4,5 metri di lunghezza e per stabilirne l’età gli scienziati hanno prelevato i denti dell’animale. Nonostante non si conosca ancora l’età precisa, gli scienziati affermano che sia un individuo giovane. La creatura è stata trasportata nell'entroterra dalle maree e depositata all'interno di un’area protetta nel Galles, in Inghilterra. Ritrovamenti come questi non avvengono molto spesso: l’ultimo risale, infatti, a circa venti anni prima perché le orche, solitamente, non scendono mai così a sud, preferendo muoversi lungo le coste occidentali della Scozia.

Gli esperti che hanno esaminato il corpo hanno potuto constatare che la morte è avvenuta poche settimane fa anche se non è stato ancora possibile risalire alla causa che ha portato l’animale a morire. Lo studio delle orche è molto importante per conoscere l’inquinamento dei mari perché si tratta di specie che si trovano all'apice della catena alimentale. Trovandosi in cima, sono anche delle accumulatrici di sostanze inquinanti. Proprio per questo motivo gli scienziati hanno prelevato dal corpo campioni di grasso, di muscoli, campioni di organi interni come il fegato ed i reni per misurare la quantità di sostanze inquinanti accumulate durante tutta la vita dall'animale. Una volta stabiliti i livelli di inquinanti presenti in essa è possibile farsi un’idea della salute dei mari.

Sapere questo dato è importantissimo perché una ricerca precedente ha decretato che le concentrazioni attuali di PCB, un inquinante, in determinate zone dei mari dove questa sostanza è molto presente, potrebbero portare alla morte di circa la metà degli individui di orche che, in quelle stesse zone, vivono e tutto questo in soli pochi decenni. Tuttavia, all'interno dello stomaco dell’animale non è stata trovata molta plastica, solo un frammento che, per fortuna, non ha rappresentato una complicazione alle sue condizioni di salute.

Quanto è interessante?
4