Il calcio delle nostre ossa e dei nostri denti si è creato grazie a una supernova

Il calcio delle nostre ossa e dei nostri denti si è creato grazie a una supernova
di

Carl Sagan, famoso divulgatore scientifico e astronomo, diceva: "siamo fatti della stessa materia delle stelle". Nulla di più vero. Si ritiene, infatti, che fino a metà del calcio nell'universo, comprese le nostre ossa e i nostri denti, provenga dall'esplosione finale del ciclo di vita delle stelle, le supernovae.

Come facciamo a saperlo? Raccogliendo i contributi di 67 autori di 15 paesi, un nuovo studio pubblicato sul The Astrophysical Journal. Il documento suggerisce che le supernove ricche di calcio inizino come stelle compatte che perdono rapidamente massa alla fine della loro vita, emettendo uno strato esterno di gas con cui i materiali esplosivi si scontrano.

"Questi eventi sono così pochi che non abbiamo mai saputo cosa abbia prodotto queste supernove ricche di calcio", afferma l'astrofisico Wynn Jacobson-Galan, della Northwestern University. Gli esperti hanno studiato la supernova SN 2019ehk, avvistata per la prima volta dall'astronomo dilettante Joel Shepherd nella galassia a spirale di Messier 100, a circa 55 milioni di anni luce dalla Terra.

Gli scienziati si sono subito resi conto che stavano osservando una marea di raggi X ad alta energia che fluivano dalla stella e colpivano il guscio esterno del gas, fornendo indizi chiave sui materiali che stava perdendo e sulla quantità presente. Le reazioni tra i materiali espulsi e l'anello di gas esterno stavano producendo temperature molto alte insieme ad alte pressioni, portando a una reazione nucleare capace di produrre calcio mentre la stella cercava di liberare calore ed energia il più rapidamente possibile.

"La maggior parte delle stelle massicce crea piccole quantità di calcio durante la loro vita, ma eventi come SN 2019ehk sembrano essere responsabili della produzione di grandi quantità di calcio e nel processo di esplodere lo disperdono nello spazio interstellare all'interno delle galassie", afferma l'astronomo Régis Cartier, del National Optical-Infrared Astronomy Research Laboratory (NOIRLab) negli Stati Uniti. "Alla fine questo calcio si fa strada nella formazione dei sistemi planetari e nei nostri corpi nel caso della nostra Terra!"

Basti pensare, infatti, che l'esplosione al centro del nuovo studio è responsabile della maggior quantità di calcio mai vista emessa in un singolare evento astrofisico osservato. Questa scoperta - tra le tante cose - ci darà un'idea migliore della nascita del calcio nelle nostre ossa e denti - e in ogni altra parte dell'Universo.

Quanto è interessante?
2