Il cambiamento climatico ha causato dei cambiamenti contradditori agli uccelli, ecco quali

Il cambiamento climatico ha causato dei cambiamenti contradditori agli uccelli, ecco quali
di

Perfino le terre mai esplorate dagli esseri umani sono state colpite dalla nostra influenza. Quest'ultima porta il nome di cambiamento climatico. Secondo un nuovo studio sulla rivista Science Advances, infatti, condizioni più calde e secche stanno diminuendo le dimensioni degli uccelli della foresta pluviale, aumentando le loro aperture alari.

Questi cambiamenti negli uccelli della foresta pluviale amazzonica potrebbero essere la risposta a delle sfide nutrizionali e fisiologiche, specialmente durante la stagione secca da giugno a novembre. Vitek Jirinec, ecologo presso l'Integral Ecology Research Center e autore principale del documento, insieme ai suoi colleghi ha esaminato i dati su oltre 15.000 uccelli misurati, pesati e contrassegnati nel corso di 40 anni.

La scoperta da parte degli scienziati? Quasi tutti gli uccelli erano diventati più leggeri dagli anni '80. Ogni decennio queste creature hanno perso in media il 2% del loro peso corporeo; una creatura che negli anni '80 pesava 30 grammi, oggi peserebbe circa 27,6 grammi. In particolare, gli uccelli che volano di più e sono esposti al calore più a lungo, hanno avuto i cambiamenti più importanti, sia nel peso corporeo che nella dimensione delle ali. Altri studi in passato hanno evidenziato il cambiamento di forma degli animali per sopravvivere al cambiamento climatico.

Secondo gli esperti potrebbe essere un adattamento alla ridotta disponibilità di risorse, come frutta e insetti, ma anche allo stress termico. Adesso, uno di questi cambiamenti sembra essere logico per gli scienziati: una dimensione più piccola è vantaggiosa durante il riscaldamento climatico perché può rinfrescarti meglio... tuttavia quello che è meno chiaro è il motivo dell'aumento della dimensioni delle ali; un rapporto massa-ala più elevato richiede agli uccelli di sbattere le loro ali più velocemente per rimanere in alto, utilizzando più energia e producendo più calore metabolico.

Secondo Jirinec, potrebbe essere stata la selezione naturale a portare a questi cambiamenti genetici, un po' come gli elefanti africani che stanno nascendo senza zanne. Il team ha anche pubblicato uno studio che mostra un drammatico declino degli uccelli in Amazzonia a causa del riscaldamento climatico. "Ciò sta indubbiamente accadendo dappertutto e probabilmente non solo con gli uccelli", ha dichiarato infine il coautore dello studio Philip Stouffer della Louisiana State University.

Quanto è interessante?
1