I cani sanno quando stanno ascoltando una lingua differente

I cani sanno quando stanno ascoltando una lingua differente
di

Se vi trovaste in qualche paese straniero e il vostro cervello verrebbe esaminato attraverso una macchina per la risonanza magnetica, i medici noterebbero che all'interno della vostra materia grigia si attiverebbero delle zone legate a un "linguaggio non familiare". Questo stesso meccanismo si verifica anche nei... cani.

La neuroetologa Laura Cuaya ha recentemente condotto uno studio del genere. Ha esaminato 18 cani, monitorati all'interno di una macchina per la risonanza magnetica, e lo studio ha effettivamente dimostrato che i cervelli del cane avevano riconosciuto una lingua differente di quella con cui sono abituati ad ascoltare (a proposito, qual è la lingua più difficile da parlare?).

Ciò rende i cani i primi non primati che hanno dimostrato di possedere abilità linguistiche spontanee. Ciascuno dei cervelli dei cani è stato analizzato mentre ascoltavano un discorso in ungherese, spagnolo o no-sense. Le scansioni hanno mostrato che diverse parti del cervello dei cani venivano attivate quando si parlava una lingua familiare rispetto a una non familiare, così come i discorsi no-sense rispetto a quelli logici (parlare più lingue ci rende più intelligenti?).

"I cani sono esseri sociali. Quindi, raccolgono continuamente informazioni sul loro mondo. E per i cani, noi esseri umani siamo un'importante fonte di informazioni", ha affermato infine Laura V. Cuaya, del Dipartimento di Etologia presso l'Università Eötvös Loránd di Budapest. Insomma, anche i cani rimangono di "stucco" quando ascoltano una nuova lingua.

FONTE: cnn
Quanto è interessante?
2