La cannabis può aiutare contro emicrania e mal di testa? La risposta degli esperti

La cannabis può aiutare contro emicrania e mal di testa? La risposta degli esperti
di

Dopo avere cercato di capire se la cannabis aiuta davvero contro il Parkinson, torniamo ad analizzare le risposte di alcuni ricercatori relativamente all’influenza della cannabis sul mal di testa: può essere utilizzata come trattamento per l’emicrania? In realtà, i nostri lontani antenati lo facevano già.

Tornando indietro nel tempo, infatti, troviamo testimonianze di utilizzi non solo negli anni ’30, ma anche nell’antica Grecia e in Persia, tanto che esistono documenti arabi che trattano l’utilizzo della cannabis per il mal di testa. Avvicinandosi al presente, però, la criminalizzazione della cannabis e le nuove leggi hanno man mano ridotto le possibilità di utilizzo a scopo medico. Al momento si cerca di fare qualche passo avanti in Occidente, ma non è così semplice.

Nel frattempo, però, i ricercatori hanno cercato di capire quanto la cannabis possa influire su emicranie e mal di testa: la professoressa di neurologia Jessica Ailani ha spiegato che gli studi attuali parlano di un’efficacia del 50% sull’emicrania, ma il risultato è offuscato dalla frequenza di assunzione non ben determinata, trattandosi di risultati auto-riferiti: “La cannabis ha bisogno di ulteriori studi prima che l'efficacia nell'emicrania possa essere generalizzata. Non è chiaro se sia utile o dannosa, quanto spesso possa essere utilizzata, se provoca controindicazioni; c'è un ceppo specifico di cannabis che è più efficace nell'emicrania. Abbiamo ancora molta strada da fare”, ha spiegato.

Al momento il team di esperti guidato dal neurologo Nathaniel Shuster presso il Center for Medicinal Cannabis Research della UC San Diego Health sta conducendo il primo studio randomizzato sul tema, sarà interessante comprendere i risultati finali.

Sempre a proposito del cannabidiolo, ecco quanto influisce la cannabis durante la guida.

FONTE: Inverse
Quanto è interessante?
2