Il Canone Rai passa a 300 Euro dal 2023? Facciamo chiarezza sulla notizia

Il Canone Rai passa a 300 Euro dal 2023? Facciamo chiarezza sulla notizia
di

Dal 2023 cambia il metodo di pagamento del Canone Rai, sulla base di quanto richiesto dall’Unione Europea nell’ambito del PNRR. La Commissione infatti ha definito il canone tv ordinario su bolletta elettrica un “onere improprio” e per questo il Governo è costretto a correre ai ripari. Ma è vero che i prezzi potrebbero arrivare fino a 300 Euro?

A ventilare l’ipotesi ci ha pensato l’associazione dei consumatori Aduc, secondo cui questa modifica potrebbe portare ad un aumento “fino a 300 Euro all’anno”, una vera e propria stangata rispetto ai 90 Euro attuali, che ha scatenato la psicosi sul web e non poche preoccupazioni tra i contribuenti che sono già fortemente provati dai rincari alle bollette.

Occorre precisare che allo stato attuale è improbabile che avvenga un rincaro di questo tipo, e non sono arrivate conferme. Come spiegato da Il Messaggero, però, la cifra di 300 Euro di canone TV “sarebbe il frutto di un computo basato su quanto si paga per lo stesso servizio, la fruizione delle trasmissioni della televisione pubblica, negli altri Paesi europei”. Ad esempio, in Austria il canone per la TV pubblica ha un prezzo che si aggira tra i 250 ed i 300 Euro, e viene calcolato in base al reddito della famiglia. In Francia e Germania invece si paga 133 e 215 Euro, mentre in Gran Bretagna 175 Euro all’anno.

A preoccupare sono anche alcune dichiarazioni dell’amministratore delegato di Rai che proprio ad inizio anno aveva spigato come il Canone Rai fosse il più basso d’Europa, ma i partiti politici avevano immediatamente fatto barricate contro il rincaro.

Quanto è interessante?
8