di

Tim Storms detiene il Guinness dei primati per la "nota più bassa del mondo prodotta da un essere umano", oltre che un premio da record per l'"estensione vocale più ampia". La cosa incredibile è che la profonda voce di Tim gli permette di arrivare a produrre note più basse della frequenza che un orecchio umano è capace di rilevare.

Lo stesso Storms, pensate, ha più volte affermato di non poter sentire le note che è in grado di far vibrare (nonostante affermi di riuscire a sentirle lo stesso in qualche modo), e l'attrezzatura speciale utilizzata per testarla ha confermato che può effettivamente raggiungere frequenze impercettibili.

"Sento nella mia testa il suono che le mie corde vocali stanno producendo ma, per quanto riguarda le frequenze, è qualcosa più o meno che sento", ha affermato Tim Storm durante un'intervista. Il motivo di questo 'potere speciale' è presto detto: le corde vocali del cantante sono lunghe circa il doppio del normale e i muscoli aritenoidi attorno alle corde sono capaci di produrre molto più movimento di una persona standard.

Il premio di voce più profonda del mondo è stato guadagnato dopo che Tim ha raggiunto, davanti una commissione Guinness dei primati, note basse come G-7 (0.189Hz), ben otto ottave sotto il G più basso del pianoforte. Il tono vocale dell'uomo, così come ha affermato dal recordman, sta perfino diventando più profondo con la vecchiaia e potrebbe battere il record che lui stesso ha stabilito.

A proposito, sapete che anche l'Aurora Boreale emette un suono difficile da ascoltare?

Quanto è interessante?
1