Il capo della NASA risponde a Trump dopo la gaffe sulla Luna e Marte

Il capo della NASA risponde a Trump dopo la gaffe sulla Luna e Marte
INFORMAZIONI SCHEDA
di

A ridosso del fine settimana abbiamo riportato su queste pagine l'enorme gaffe di Donald Trump, che tramite il proprio account ufficiale Twitter era inciampato in un messaggio che ha rapidamente fatto il giro del mondo ed ha portato nuovamente il numero uno della Casa Bianca al centro delle polemiche.

Nel tweet, infatti, Trump affermava che "con tutti i soldi che spendiamo, la NASA non dovrebbe parlare di andare sulla Luna. Lo abbiamo già fatto cinquant'anni fa. Dovrebbero concentrarsi su cose molto più grandi, come Marte (di cui la Luna fa parte), difesa e scienza!".

Il messaggio ha aperto le porte a varie interpretazioni, ma nella giornata di ieri è arrivata la risposta da parte del capo dell'Agenzia Spaziale, Jim Brindenstine.

Nel corso di un incontro tenuto con i dipendenti della NASA presso il Glenn Research Center in Ohio, un moderatore ha chiesto a Brindenstine se il tweet di Trump abbia segnato un cambio di rotta da parte della Casa Bianca sulla missione Artemis, che prevede il ritorno degli umani sulla superficie della Luna entro il 2024.

Brindenstine ha affermato che "la Luna è preziosa perchè è un terreno di prova che ci permetterà di arriva su Marte. Ed è a questo che si riferiva il Presidente".

La NASA ha confermato che la missione Artemis è ancora attiva e nonostante il tweet "non è cambiato nulla. Alcune persone hanno dato una lettura che non esiste".

FONTE: cnet
Quanto è interessante?
4