Le "capre-ragno" esistono davvero: sono capre capaci di produrre ragnatele

Le 'capre-ragno' esistono davvero: sono capre capaci di produrre ragnatele
di

La seta dei ragni è incredibile. Se una ragnatela e una barra d'acciaio avessero lo stesso diametro, il filo di ragno sarebbe cinque volte più forte. Poter sfruttare questo materiale, quindi, sarebbe incredibilmente interessante... solo che i ragni non sono famosi per poter essere allevati. Per questo alcuni hanno pensato alle capre.

Gli scienziati hanno sperimentato la modifica genetica delle capre per produrre la proteina della seta di ragno nel loro latte. Una prima prova di ciò venne effettuata nel 2000 da una società chiamata Montreal Nexia Biotechnologies. "Per quale motivo le capre?" vi starete chiedendo voi. La risposta è semplice: sia ​​le ghiandole della seta dei ragni che le ghiandole mammarie delle capre contengono cellule che producono tipi simili di proteine ​​complesse che possono essere disciolte in acqua.

Quindi i ricercatori cercarono di modificare geneticamente queste creature e nel 2003 riuscirono ad avere i primi risultati: la loro idea funzionava. Tuttavia la seta di ragno-capra, poiché le proteine ​​prodotte erano troppo piccole e deboli, non serviva praticamente a nulla. La società fallì nel 2009 e i due animali di prova sparirono dalla circolazione.

Nonostante il fallimento, l'idea venne poi ripresa da due biologi molecolari, Justin Jones e Randy Lewis. La coppia ha studiato le creature modificate geneticamente fino al 2019. "In oltre 15 anni di allevamento di queste capre non abbiamo indicazioni di rischi per la salute anormali", ha dichiarato Lewis durante un'intervista all'AFN.

Come si estrae la seta dal latte? Le capre producono latte normalissimo, ma con all'interno una proteina in più. Dopo averlo estratto, i ricercatori portano il latte in laboratorio e lo elaborano fino a quando rimangono solo le proteine ​​​​della seta di ragno. Gli scienziati utilizzano uno strumento per isolare le singole fibre della seta e le fanno poi girare su una bobina.

Nel 2019 Lewis affermò di aver trovato molti usi per il suo prodotto, per fibre, gel, rivestimenti e adesivi. Nel 2018 ricevette anche una sovvenzione dalla Marina degli Stati Uniti per sviluppare una ragnatela subacquea da utilizzare per aggrovigliare le eliche delle barche nemiche. Tuttavia, lo scienziato potrebbe aver trovato dei metodi migliori per la creazione di seta di ragno, come bachi da seta geneticamente modificato con il metodo CRISPR/Cas9.

FONTE: grunge
Quanto è interessante?
4