Carta d'Identità Elettronica e SPID per accedere alla PA: l'obbligo da Marzo 2021

Carta d'Identità Elettronica e SPID per accedere alla PA: l'obbligo da Marzo 2021
di

Ancora novità dal decreto semplificazioni. Il DL approvato dal Parlamento ed arrivato in Gazzetta ufficiale nel weekend prevede che dal 1 Marzo 2021 l'accesso al sito web dell'Inps o dell'Agenzia Delle Entrate si potrà effettuare solo attraverso lo SPID e la Carta d'Identità Elettronica.

Questa normativa si applicherà a tutti i servizi della Pubblica Amministrazione, ma abbiamo citato gli esempi di INPS e del Fisco in quanto sono i più popolari ed utilizzati dagli utenti.

Si tratta di una propria svolta digitale per la PA, ma anche di una sfida per i servizi in quanto di fatto la transizione verso il digitale dovrà avvenire in soli sette mesi.

Soddisfatto il Ministro dell'Innovazione, Paola Pisano, secondo cui "la Pubblica Amministrazione dovrà pensare in digitale. Le norme intendono dare una spinta forte, attraverso regole chiare e scadenze da rispettare, alla trasformazione digitale del Paese. È un processo, ma deve cominciare subito".

La norma prevede che "entro il 28 febbraio 2021 devono consentire l’accesso esclusivamente tramite SPID o la Carta d’identità elettronica” ma anche che “resta ferma l’utilizzabilità di credenziali diverse fino alla data di naturale scadenza e comunque non oltre il 30 settembre 2021”. Insomma, si preannuncia una proroga nel caso in cui i servizi non dovessero adeguarsi.

Il Governo sta puntando molto sulla Carta d'Identità Elettronica, che è integrata in iOS e che presto si arricchirà con un'app per la firma digitale.

FONTE: Key4biz
Quanto è interessante?
5