Caso migranti: Satya Nadella risponde alle critiche dei dipendenti Microsoft

di

Non si è fatta attendere la risposta dell'amministratore delegato di Microsoft, Satya Nadella, a seguito delle numerose polemiche scatenate dai dipendenti della compagnia sulla questione della separazione dei bambini migranti dai genitori.

In particolare, i dipendenti del colosso di Redmond hanno chiesto all'amministratore delegato di annullare il contratto che lo lega all'Immigration and Customs Enforcement (ICE), attraverso cui la compagnia aiuta l'agenzia ad elaborare i dati e riconoscere i migranti tramite i propri sistemi d'intelligenza artificiale e riconoscimento facciale.

L'amministratore delegato, in una mail inviata ai dipendenti, ha voluto chiarire la posizione della sua compagnia. "Voglio essere chiaro: Microsoft non sta lavorando con il governo degli Stati Uniti su progetti relativi alla separazione dei bambini dalle loro famiglie alla frontiera. Il nostro attuale impegno nel cloud con l'Immigration and Customs Enforcement (ICE) degli Stati Uniti riguarda la posta, il calendario, servizi di messaggistica e gestione dei documenti" si legge in un estratto in cui, però, Nadella non fa riferimento alle "capacità di deep learning" per il riconoscimento facciale di cui si era parlato qualche mese fa.

Il CEO non fornisce alcun riferimento anche alla lettera aperta arrivata da parte di un dipendente, ma ricorda come Microsoft ha una lunga storia alle spalle in cui ha sempre adottato un approccio basato sui sani principi e sull'etica. "Qualsiasi impegno con qualsiasi governo è stato e sarà guidato dalla nostra etica ed i nostri principi. Continueremo ad avere questo dialogo sia all'interno della nostra azienda che con gli azionisti esterni" continua Nadella.

Allo stesso tempo, il presidente di Microsoft, Brad Smith in un lungo post pubblicato sul blog ha chiesto agli Stati Uniti di adottare un approccio più giusto in termini di immigrazione.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
3

Gli ultimi Smartphone, TV 4K o gli accessori più GEEK li trovate in offerta su Amazon.it